Il folle rischio di utilizzare dispositivi non adeguati - Risorse gratuite - Extrematech - Tecnologia per il lavoro in ambienti estremi

Logo_Extrematech
Vai ai contenuti

Il folle rischio di utilizzare dispositivi non adeguati

Extrematech - Tecnologia per il lavoro in ambienti estremi
Pubblicato da in Tecnologia da incubo ·
Tags: tecnologia
E' una cosa su cui non ci stancheremo mai di insistere: hai mai pensato a quali possono essere le conseguenze di un dispositivo non adatto all'ambiente di lavoro per chi, come noi, opera in ambienti ad alto rischio?

Per un lavoratore "normale", o un hobbista, avere il cellulare che si pianta perchè fuori fa troppo freddo è un inconveniente fastidioso ma che come conseguenza ha unicamente la seccatura di non riuscire ad avvisare di un ritardo ad un appuntamento, ad esempio. Ma non diventa una questione di massima urgenza.

Per chi lavora invece in un ambiente critico, ostile...lo stesso inconveniente si trasforma in qualcosa di più preoccupante, se non addirittura pericoloso in alcuni casi.

Prova solo a pensare ad un lavoratore isolato: una guardia giurata, ad esempio, che sta pattugliando, durante il suo giro di sorveglianza, una zona impervia nel pieno di una ondata di gelo in inverno. Pensi che sia plausibile farlo uscire con strumentazione "commerciale", che non regge le condizioni ambientali? Che si blocca con il freddo (o con il caldo, nella stagione estiva), o che rischia di rompersi se cade?

Cosa potrebbe accadergli, in caso di emergenza, se i suoi strumenti di lavoro non funzionassero? Se le comunicazioni non fossero attive?

Non credo che bisogni sforzarsi per intuire che in certi casi avere strumenti performanti ed efficaci possa diventare una questione vitale.

Manderesti un agente delle Forze dell'Ordine ad arrestare un delinquente armato di una banana (come nell'immagine di copertina di questo post)? No, vero?

Bene. Allora pensa che quando per il tuo lavoro scegli di utilizzare un dispositivo, un cellulare, un macchinario NON PROFESSIONALE, sei esattamente come il tizio della foto: impugni una banana come se fosse un'arma... e ci fai pure la stessa figura.

Già. Fai proprio la figura del tizio con la banana... te lo ripeto, così spero che la prossima volta che stai per scegliere un dispositivo commerciale anzichè uno professionale, ti torni in mente questa immagine.

Ti racconto un'aneddoto.

L'involontario protagonista della storiella è un tecnico che si trovava in zona montana per un intervento a casa di un suo cliente. L'intervento richiedeva la permanenza del tecnico all'esterno, ed il collegamento tramite rete mobile per lo scaricamento di alcuni dati.

Il clima era molto rigido (era inverno, uno dei più freddi degli ultimi anni).

Il tecnico si presenta a casa del cliente con un 4x4, equipaggiato con catene da neve. Giustamente.
Il vestiario era adeguato alle temperature rigide. Fin qui tutto normale.

Poi tira fuori il PC con cui avrebbe dovuto eseguire alcuni aggiornamenti. Indovina un po'? Un normale PC commerciale. Per carità, un'ottima marca ed anche buone prestazioni...in ambiente "normale". Ma NON in quell'ambiente.

In quell'ambiente ha fatto una figura da pivello talmente grande che a raccontarla non rende l'idea. In sostanza, per farti capire, pareva di vedere quegli impiegati prossimi alla pensione che hanno un brutto rapporto con l'informatica...

Con le temperature molto basse, il suo PC figo-ma-ordinario si era miseramente piantato: i comandi non rispondevano più, il sistema era bloccato, e lui tamburellava con vigore sulla scocca quasi in un tentativo disperato di rianimare il sistema con una RCP...mancava solo la respirazione bocca a bocca (anzi, bocca a USB).

Per fartela breve, l'agonia del notebook è durata parecchio: il tecnico è dovuto entrare all'interno dell'abitazione del suo cliente per cercare di "scongelare" (nel vero senso della parola) quel suo dispositivo assiderato.

Questo "scherzetto" è costato tempo, soldi (perchè ha dovuto rimandare un appuntamento presso un altro cliente), e una figura talmente barbina che -con tutta probabilità- gli sarà costata il cliente.

Per chi, come me, lavora nel campo degli equipaggiamenti per ambienti estremi, vedere quella scena è stato straziante: quasi quasi lo stesso effetto che si ha quando in montagna, durante le escursioni, si incontra sul sentiero qualche turista con le sneakers da città invece che con gli scarponcini da trekking. Quel senso misto di fastidio e smarrimento, e l'indecisione tra il compatirlo o il prenderlo a schiaffi per farlo rinsavire.

Perciò, ti prego: non fare queste figure con i tuoi clienti.

Se lavori in ambienti difficili, dòtati di tutti gli strumenti che ti servono...senza badare a spese.

Il prezzo è l'ultimo dei tuoi problemi: se non ne sei convinto, chiamaci (tanto la chiacchierata è gratuita...) e ti spiegheremo come puoi avere i tuoi dispositivi professionali senza dover impegnare un rene.

CONTATTACI e...alla prossima!









centralino attivo dal lunedì alla domenica
dalle ore 9.30 alle ore 19.00

chiamaci allo 040 899 2202

scrivi a info@extrematech.it

Extrematech è un marchio di
Northernstar Project s.r.l.
Via del Follatoio 12
34147 Trieste
P.IVA 01213070327
Privacy Policy
Torna ai contenuti